Cinque luoghi di interesse per un weekend a Salerno -Parte 3-

 

1. Crescent e Piazza della Libertà Salerno

Il Crescent Salerno è un nuovo edificio a forma semicircolare situato alla fine del Lungomare di Salerno, alto circa 30 metri, progettato dall’architetto catalano Ricardo Bofill.

Quello del Crescent, con l’antistante Piazza della Libertà, è uno dei più importanti interventi di riqualificazione urbanistica progettati dall’Amministrazione Comunale di Salerno.
L’idea dell’architetto Bofil è quella di realizzare una nuova immagine ed identità del fronte mare di Salerno, ovvero l’edificio che decreta l’apertura della città al mare.

 

 

 

2. Il Sentiero degli Dei

Considerato tra i sentieri escursionistici più belli al mondo, il sentiero degli Dei è un sentiero escursionistico che percorre i Monti Lattari, snodandosi tra la Costiera Amalfitana e la Costiera sorrentina. Lungo circa 7,8 km, collega la località di Bomerano (frazione di Agerola) con la località di Nocelle (frazione di Positano), attraversando diversi borghi della costiera. Il nome deriva dalla leggenda secondo cui fu la strada che percorsero le divinità greche per salvare Ulisse dalle sirene che si trovavano sull’isola de Li Galli.

 

 

3. Museo Provinciale della Ceramica

Il Museo provinciale della ceramica è un museo dedicato all’arte della ceramica realizzato a partire dal 1981 nella tenuta di Villa Guariglia a Raito sulla Costiera amalfitana.

 

 

4. Paestum

Paestum è un’antica città della Magna Grecia chiamata dai Greci Poseidonia. Il sito archeologico è localizzato nel comune di Capaccio a 30km da i Salerno.
Paestum è sede di tre magnifici templi dorici, che si pensa essere dedicati alla città omonima Poseidone (nota ai romani come Nettuno), Hera e Cerere. I templi di Nettuno e di Hera si trovano uno accanto all’altro nella parte meridionale del sito, mentre il più piccolo, il tempio di Cerere è all’estremità settentrionale.